MARCATURA CE PORTE TAGLIAFUOCO
AZIENDA

MARCATURA CE PORTE TAGLIAFUOCO

NOTA INFORMATIVA

In data 28.10.2016 è stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale dell’Unione Europea ( G.U.E. ) la norma EN 16034:2014 – “Porte pedonali, porte industriali, commerciali, da garage e finestre apribili – Caratteristiche di resistenza al fuoco e/o controllo del fumo”.
Norma di prodotto che stabilisce le caratteristiche prestazionali delle porte tagliafuoco con marcatura CE.


La comunicazione della G.U.E. stabilisce, per la norma citata, sia la data dell’entrata in vigore, 01.11.2016, che la data di scadenza del periodo di coesistenza con le precedenti normative nazionali, 01.11.2019; una nota precisa inoltre che la norma EN 16034:2014 può essere applicata esclusivamente insieme alle seguenti norme di prodotto:

1) EN 13241:2016 – “Porte e cancelli industriali, commerciali e da garage – caratteristiche e prestazioni”.


o in alternativa :

2) EN 14351 parte 1:2016 – “Finestre e porte esterne pedonali – caratteristiche e prestazioni”.


Mentre le due norme di prodotto precedenti sono già state pubblicate sulla G.U.E., la norma:

3) EN 14351 parte 2:2018 – “Finestre e porte interne pedonali – caratteristiche e prestazioni”, a tutt’oggi, anche se in vigore, non è ancora stata pubblicata sulla G.U.E. e come tale non è applicabile.
Per tale motivo le porte interne pedonali non possono essere marcate CE.


In sintesi, il quadro normativo applicabile alle porte tagliafuoco è quindi suddiviso in due categorie:
  1. Porte e portoni industriali sia scorrevoli che a battente.
  2. Porte pedonali esclusivamente a battente, a loro volta suddivise tra esterne ed interne, queste ultime non marcabili CE.

Entrando nel merito delle porte che dall’ 01.11.2019 devono essere marcate CE, è necessario precisarne le definizioni che stabiliscono con esattezza le destinazioni di utilizzo.


1) PORTE E PORTONI INDUSTRIALI SCORREVOLI E A BATTENTE

La norma EN 13241:2016 – Porte e cancelli industriali e da garage al punto 1.1 – “Generalità” specifica scopo e campo di applicazione della norma :


Porte e cancelli industriali commerciali e da garage, “destinati all’installazione in aree accessibili alle persone e per i quali gli scopi principali sono quelli di offrire un accesso sicuro a merci e veicoli accompagnati o guidati da persone, in complessi industriali, commerciali o residenziali”.


La stessa norma al punto 3 – “Termini e Definizioni” chiarisce il concetto di porte a scorrimento verticale ed a scorrimento orizzontale.


Concludendo le porte tagliafuoco scorrevoli e le porte tagliafuoco a battente utilizzate come passo carraio, in altre parole le porte a cui si applicano congiuntamente le norme EN 16034:2014 ed EN 13241:2016, devono essere obbligatoriamente marcate CE dall’01.11.2019.
Per le stesse porte decade l’Istituto dell’Omologazione Ministeriale, così come inteso sino ad oggi.


2) PORTE ESTERNE PEDONALI A BATTENTE

La norma EN 14351-1 – “Finestre e porte esterne pedonali” al punto 1 – “scopo e campo di applicazione” precisa che la norma non è applicabile ai cancelli e porte industriali, commerciali e da garage secondo la EN 13241:2016.


La stessa norma al punto 3.1 – “Termini e definizioni” precisa l’eccezione da attribuire alla categoria porta esterna pedonale: “Porta che separa il clima interno dal clima esterno di una costruzione, il cui impegno previsto principale è il passaggio di pedoni”.


Al fine di evitare equivoci, è importante attribuire il corretto significato alla definizione di “porta esterna pedonale”; per tale motivo è opportuno approfondire il significato dei seguenti termini inseriti nella norma:
Per “clima” si definisce l’insieme delle grandezze fisiche misurabili seguenti:
Temperatura, umidità pressione, radiazione solare, precipitazioni, nuvolosità, vento.
Per “costruzione” si intende un edificio, un fabbricato, un palazzo, uno stabile, adibito ad uso civile, industriale o commerciale.
Quindi per porta pedonale esterna si deve intendere la porta posta sul muro perimetrale esterno di una costruzione, così come sopra intesa, ed esposta agli agenti atmosferici.


Pertanto le “ Finestre e Porte esterne pedonali “ così come definite e specificate dalla norma EN 14351-1 devono essere obbligatoriamente marcate CE dal 01.11.2019. Per le stesse decade inoltre l’Istituto dell’Omologazione.


3) PORTE INTERNE PEDONALI A BATTENTE

La norma corrispondente a questa tipologia di porta a tutt’oggi non è ancora stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale dell’Unione Europea ( G.U.E. ) : EN 14351-2:2018 – “Finestre e porte interne pedonali “.
Per questa norma inoltre non si può prevedere la data di pubblicazione sulla G.U.E. e, per tale motivo, neppure il periodo di coesistenza con le corrispondenti normative nazionali.


Ne consegue che le porte interne pedonali non possano essere marcate CE e che sino alla pubblicazione della norma sul G.U.E., le porte interne pedonali tagliafuoco continueranno ad essere commercializzate in base al D.M. 21 giugno 2004, con l’Omologazione Ministeriale Italiana.
Di seguito riportiamo una tabella riassuntiva che aiuti a sintetizzare quanto sopra esposto.


TIPOLOGIA

Obbligo
MARCATURA CE

dal 01.11.2019

Norme di riferimento

Porte tagliafuoco SCORREVOLI

SI

EN 16034:2014

EN 13241:2016

Porte tagliafuoco a BATTENTE CARRABILI 1

SI

EN 16034:2014

EN 13241:2016

Porte tagliafuoco a BATTENTE PEDONALI ESTERNE 2

SI

EN 16034:2014

EN 14351-1:2016

Porte tagliafuoco a BATTENTE PEDONALI INTERNE

NO

D.M. 21 Giugno 2004

Omologazione Ministeriale


  1. ”…destinate all’installazione in aeree accessibili alle persone e per le quali gli scopi principali sono quelli di offrire un accesso sicuro a merci e veicoli accompagnati da persone, in complessi industriali, commerciali e residenziali.”
    (rif. EN 13241:2016 Punto 1.1 – Generalità)
  2. ”…porta che separa il clima interno dal clima esterno di una costruzione”
    (rif. EN 14351-1:2016 Punto 3.1 – Termini e definizioni)
    Per porta pedonale esterna si deve intendere la porta posta sul muro perimetrale esterno di una costruzione ed esposta agli agenti atmosferici.

In riferimento a quanto sopra precisato, le tipologie di porte attualmente proposte dalla nostra Società:


  1. Porte e portoni industriali, commerciali e da garage scorrevoli ed a battente carrabili, marcate
    CE secondo le norme EN 16034:2014 ed EN 13241:2016:
    • Porta tagliafuoco scorrevole ad un’anta EI2 60
    • Porta tagliafuoco scorrevole a due ante con chiusura verso il centro EI2 60
    • Porta tagliafuoco scorrevole ad un’anta EI2 120
    • Porta tagliafuoco scorrevole a due ante con chiusura verso il centro EI2 120
    • Porta tagliafuoco a due battenti carrabile EI2 120 dimensione massima 2950x3300 h.
  2. Porte tagliafuoco esterne pedonali a battente marcate CE secondo le norme EN 16034:2014 ed EN 14351:2016
    • Porta tagliafuoco esterna pedonale ad un battente EI2 120.
    • Porta tagliafuoco esterna pedonale a due battenti EI2 120 dimensione massima 2950x3450 h.
  3. Porte tagliafuoco interne pedonali a battente omologate secondo il D.M. 21 giugno 2004
    • Porta tagliafuoco interna ad un battente REI 60 - REI 120
    • Porta tagliafuoco interna a due battenti REI 60 - REI 120